Arriva un momento nella vita professionale di ogni designer in cui vocaboli come Web, UX e UI design, interaction design o information architecture entrano stabilmente a far parte del suo lessico.

Abbastanza frequentemente si dice ad un cliente che il suo sito ha “una user experience molto povera”. Questo tipo di terminologia fa spalancare la bocca ai profani e spessissimo vengono abusate in articoli, e-book e tutorial. Ma in realtà quanti conoscono l’esatta differenza tra UX design, UI design e web design?

Moltissime aziende non hanno ancora ben chiara la distinzione tra i macro settori del design e nella maggioranza dei casi non conoscono la differenza tra un web designer e un web developer.
Chi si avvicina allo studio del web design rimane inevitabilmente confuso da una tale eterogeneità di requisiti, e pensa inevitabilmente che UX design, UI design, web design e web development siano fondamentalmente diversi aspetti della stessa mansione.

È molto importante capire innanzitutto cosa non è il web design prima di avventurarsi nella conoscenza delle sue aree, per quanto sia richiesta flessibilità.

  • Il Web design è focalizzato sull’estetica di un sito web. Il web designer è un creativo, quasi sempre esperto di grafica con una particolare sensibilità per l’accostamento di colori, forme e tipografia. Per diventare un web designer è fondamentale avere una conoscenza approfondita della suite Adobe (soprattutto Photoshop e Illustrator) per creare le grafiche web e saper padroneggiare linguaggi come HTML5 e CSS3, direttamente associati alla struttura e all’aspetto estetico del sito.
  • L’UX design è l’acronimo di User Experience desig ed è composto dall’insieme di processi atti ad accrescere la soddisfazione dell’utente migliorando la facilità di utilizzo, l’intuitività e l’interazione di una pagina web. Ciò implica il fatto che, al di là dei mezzi utilizzati, l’UX design comprenda qualsiasi tipo di interazione tra un cliente (attivo o potenziale) e l’azienda che fornisce un dato servizio o prodotto. Si tratta di un vero e proprio processo scientifico applicabile a qualsiasi campo. Lo scopo finale è quello di migliorare l’esperienza dell’utente, fornendogli esattamente ciò che desidera, senza troppi fronzoli o complicazioni. Ci sono parecchi errori che possono influire durante la creazione di un sito web, di un e-commerce o di un blog ed è importante fare molta attenzione durante la parte dello sviluppo. Un buon risultato viene raggiunto attraverso il giusto accostamento di forme e colori, contenuti accattivanti, call to action ben posizionate, fluidità di navigazione e facilità di comprensione dei processi. È strettamente connesso con l’analisi, l’A/B testing e una continua produzione di report. L’UX designer è una figura multitasking e fornisce indicazioni chiare e precise agli altri reparti, per far sì che il prodotto finale sia quanto di più vicino possibile alle necessità ultime del cliente.

 

  • L’UI design (acronimo di User Interface design) è un sottoinsieme dell’UX design.
    Mentre la User Experience è un agglomerato di azioni focalizzate all’ottimizzazione di un prodotto, l’UI design si occupa unicamente della presentazione del prodotto o servizio stesso.
    L’UI designer è deputato a tutto ciò che riguarda la parte visual e interattiva di un prodotto web, in primis l’interfaccia che si presenta all’utente e che rappresenta il primissimo impatto con il brand.
    Lo scopo ultimo è quello di guidare l’utente all’interno della pagina, indicandogli con chiarezza e precisione dove può trovare ciò che cerca esclusivamente attraverso l’interfaccia. All’UI designer viene sempre più spesso richiesto di approcciarsi alla programmazione web per poter costruire una migliore interattività con l’utente, mentre l’UX designer non ha necessariamente bisogno di conoscere il codice. Da questo punto di vista, la sua figura e quella del web designer si stanno lentamente fondendo e diventando un’unica mansione. L’UI designer è anche focalizzato sullo storytelling come parte integrante della presentazione di un brand. A lui è affidato il compito di trovare il miglior modo per trasmettere valori, mission e vision aziendale attraverso la comunicazione visiva.